Benvenuti nel mondo della bellezza

Amo collezionare creme e cremine, curiosare tra gli scaffali delle profumerie in cerca di novità, giocare con le matite e le palette di colori, fare massaggi rilassanti all'aroma di lavanda. Ma anche scrivere, cantare, andare in montagna, leggere. Complici tanti anni di esperienza giornalistica nel settore beauty&wellness ora è arrivato il momento di... ammaliare anche il web!
Lauretta

lunedì 21 agosto 2017

Birkin vs Pooh

Ok questo post esula un po' dai miei interessi in tema beauty e benessere però in qualche modo sempre di "bello" in senso estetico si parla. O, meglio, si dovrebbe parlare.
Da giorni si fa un gran dire della Birkin di Hermès. La it bag più famosa e costosa del mondo fashion, tutte le celebs vorrebbero averne almeno una e posare in bella mostra davanti ai flash con una lussuosa Birkin al polso. Fatto sta che, ironia della sorte, una marca decisamente più low cost ha lanciato Pooh, una borsettina ispirata alla nota emoj. Ed è stato subito clamore. No Winne l'orsetto, ovviamente, no no. E neanche il noto complesso musicale italiano, che assurdità.
È proprio di popò che si tratta.
Ecco, ditemi voi se questra stramba coincodenza non strappa un sorriso.
Il discorso è semplice. Stupire va di moda. Nel bene e nel male, nella buona e nella cattiva sorte. Il make up stupisce con le sue tendenze estreme (ultima quella di truccarsi "proprio lì"), così l'haircolor (leggi macaron, unicorn e via dicendo) e, non ultimo la manicure con le improponibili mountain nails.
Supereremo anche questa, ennesimo capitolo della serie "purché se ne parli"...

giovedì 17 agosto 2017

Estate in macaron buns!


 Se sei ancora in città  (come la sottoscritta!) o nel pieno delle tue vacanze in riva al mare o in alta qupta  c'è un'acconciatura che devi assolutamente provare: i macaron buns. Dalla Francia con furore, questo trend è davvero in linea con il mood di stagione: sbarazzino, divertente e... anti-caldo! E poi è semplicissimo da realizzare: dividi i tuoi capelli in due sezioni uguali, tracciando una riga centrale dietro la nuca; fai due classiche trecce alla francese verso il basso quindi arrotola ogni treccia su se stessa "appoggiandola" alla base del collo. Ferma i due buns con un fermaglio, spruzza della lacca per fissare il risultato e... fatto.
I due macaron sono lì pronti per dare carattere al tuo look, che puoi personalizzare lasciando libera qualche ciocca o tirando tutto alla perfezione con il gel.
Un occhio ai social per trovare l'ispirazione è d'uopo, basta googlare #macaronbuns!

martedì 1 agosto 2017

Aceto di mele vs dermatite


Quando avevo 15 anni un dermatologo luminare dell'Idi di Roma mi disse che la dermatite seborroica sarebbe stata, per me, al pari di una best friend. Alcune insidiose macchioline prurigonose e dall'aspetto tutt'altro che piacevole, si erano senza invito ubicate ai lati del naso, fra le sopracciglia e dietro le orecchie. A volte facevano capolino anche sullo sterno, altre sulle tempie in zona capelli. Pomate a base di cortisone, dermolenitivi e poi antimicotici: non sono stata assidua con le terapie ma ogni nuovo prodotto lo provavo con cura e dovizia. Sono passate parecchie primavere e in effetti qualcosa è cambiato, il problema si è notevolmente circoscritto per apparire e scomparire a suo volere con la complicità del benemerito stress.
A dirla tutta però, gli oli essenziali (tea tree e lavanda prima di tutto!) hanno preso il posto delle cremine e, da circa una settimana, ho riposto grande fiducia nell'aceto di mele. Ovviamente bio certificato,

Antimicotico e antinfiammatorio per eccellenza, questo elisir non è solo un gustoso condimento!
Lo uso la sera, dopo la detersione, tamponandolo sulla cute interessata con un batuffolo di cotone.
Rullo di tamburi... sta funzionando!

L'estate è per la mia dermatite una stagione killer.
Non è vero che si asciuga e migliora, almeno non nel mio caso. Anzi. Prurito e sudore mettono a dura prova la mia pazienza che, spesso, si prende gioco della mia forza di volontà. Basta cedere un attimo è il danno è fatto: cute lesa e arrossata in un batter d'occhio a causa dello sfregamento che metto in atto per provare un po' di sollievo.

E chissà che con 3 euro ad libitum riesco a tenere a bada questo delizioso funghetto mio coinquilino.


lunedì 10 luglio 2017

A piedi nudi

Tempo di mare alle porte o di bagni a bordo piscina? Allora non possiamo fare a meno di mettere nella borsa un bel paio di nakefit. Si tratta di suole adesive, ipoallergeniche e idrorepellenti, che sostituiscono le scarpe e facilitano la camminata su sabbia bollente, scogli e qualsiasi superficie che necessiti grip. Sono monouso: la loro durata è di circa 24 ore a meno che non si usino per troppo tempo in acqua. Sono riciclabili esattamente come qualsiasi cerotto medicale, non danneggiano dunque l'ambiente e sono cruelty free. Per ora sono disponibili in tre soli colori: nero, azzurro, fucsia. Costo? 30 euro per un pack da 10 paia ad ora acquistabili esclusivamente online.
Sembra lontano il tempo di infradito, zoccoletti e zatteroni, le nakefit sono state ideate da una startup italiana. Perché, noi la moda l'abbiamo nel dna.

Il piede umano è un’opera d’arte e un capolavoro di ingegneria, Michelangelo Buonarroti

giovedì 6 luglio 2017

World kiss day


Il bacio. Primula nel giardino delle carezze, Paul Verlaine
Oggi è la giornata mondiale del bacio!
Un beauty consiglio per avere labbra morbide morbide?
Massaggiatele delicatamente con uno spazzolino da denti dalle setole ultra soft, quindi velatele con un filo di olio di oliva. Mezz'ora in posa e poi tamponate con una velina. Smack!